Rifugi e Bivacchi della Giovane Montagna



Bivacco Gino Rainetto


al Petit Mont Blanc (Courmayeur) (m.3046)


Sorge nell'alta Val Veny, al margine inferiore della lingua orientale del ghiacciaio del Petit M. Blanc, nel gruppo delle Aiguilles de Trélatete, proprio di fronte al Monte Bianco.

Il bivacco fu voluto dalla presidenza centrale per ricordare i cinquant'anni di vita della Giovane Montagna. Il presidente Luigi Ravelli fu promotore anche di questa bella iniziativa che vide sorgere due bivacchi gemelli, nel 1964: questo al Petit Mont Blanc e quello a Cima Undici, nelle Dolomiti di Sesto. L'onere per l'acquisto del bivacco fu a carico della Presidenza Centrale, mentre le sezioni occidentali, quella di Torino in testa, si accollarono le spese per la costruzione e l'arredo. Il bivacco restò di proprietà della sezione di Torino. Il trasporto avvenne il 16 agosto 1963: un elicottero, in poco più di un'ora, portò tutto il materiale dal fondo della Val Veny alla località prescelta per la posa. Il 7 settembre 1963, fu creata la piazzola dove venne ancorato.

Dotato di tavolo scorrevole e di panche ribaltabili, ha sei cuccette, ma sono ricavabili ulteriori tre posti di fortuna in terra. Il bivacco è stato inaugurato il 2 agosto 1964, dal Presidente Centrale Luigi Ravelli, alla presenza di sessanta soci. Nel 1972 la Presidenza della sezione di Torino proponeva di dedicare il bivacco alla memoria di Luigi Rainetto, scomparso improvvisamente al ritorno di una gita sci alpinistica e che tanta parte della sua vita dedicò alla sezione piemontese, sempre sorretto da una grande fede e da una profonda bontà d'animo.
Così il 23 luglio di quell'anno il bivacco veniva inaugurato nuovamente, e oggi è riportato su tutte le pubblicazioni e le carte geografiche come "Bivacco L. Rainetto".



Elenco Rifugi e Bivacchi