Sezione di Padova



Traversata Cimabanche-Forcella Lerosa-RaStua
23/6/2019



GIOVANE MONTAGNA


Sezione di Padova


GIOVANE MONTAGNA - Sezione di Padova - Centro San Girolamo


Via Tirana 15 35138 PADOVA


Tel. 335 6898118 www.giovanemontagna.org


C.F. 00781170287


DOMENICA 23 GIUGNO 2019 ESCURSIONE DOLOMITI AMPEZZANE


TRAVERSATA: CIMABANCHE – F.LLA LEROSA – RA STUA – SANT’ UBERTO


PROGRAMMA


Ore 6,30 Partenza con bus da Via Tirana


Ore 6,45 da Piazza Azzurri (Arcella)


Percorso autostradale fino a Longarone, si prosegue per Cortina e Cimabanche m 1512


ESCURSIONISTI


La meta di questo affascinante itinerario chiuso nel cuore delle Dolomiti Ampezzane è Forcella Lerosa ( m 2020 ), vasto pascolo d’alta quota. Il nostro tracciato segue il corso di una vecchia mulattiera ex militare che si alza fra scorci di una Natura perfetta. In lontananza faranno capolino le possenti scogliere di Regione Popera ed il piccolo, ma singolare monolito della Torre Toblin. Anche le Tre Cime di Lavaredo si faranno ammirare nell’insolita veste di silente campanile. Probabilmente coperte di fiori le tracce delle sepolture di un cimiterino in cui – durante la Grande Guerra – trovarono riposo i caduti della Croda de r’Ancona e degli Sùoghe. Da qui, sempre seguendo le tracce delle vecchie strade e sopraffatti dai colori di scogliera della Croda Rossa, scenderemo nell’alpeggio di Ra Stua m 1690.


Dietro la malga, un Crocefisso segna il luogo di un cimitero di guerra: “ Heldenruhe “ il “ riposo degli eroi “ era scritto all’ingresso. Facilmente guadagneremo il punto di arrivo nei pressi della Strada Statale, Curva di Sant’Uberto m 1400 dove troveremo il nostro bus.


Dislivello: 500 m circa – Tempo di percorrenza 5 ore – Pranzo al sacco


TURISTI


Passeggiata lungo le sponde dei laghi di Landro e Dobbiaco – Pranzo al sacco


Ore 16,30 Partenza per Padova dal parcheggio/ tornante di Sant’Uberto ( Circa 8 km da Cortina )


COSTO GITA SOCI 20 € - NON SOCI 25 €


Per iscrizioni Pasquati Sergio 335 689 8118 - Email s.pasquati@alice.it



Per ulteriori informazioni: Sergio Pasquati