Sezione di Venezia



Escursione con ciaspe. Gruppo Averau-Nuvolau-Cinque Torri: Giro sotto le Cinque Torri
13/1/2019



Partenza:  Piazzale Roma ore 6.30,   Mestre – Hotel Russott (ex Ramada) ore 6.40.

Punto di partenza:  Pressi del Rifugio Bàin de Dònes (1889 m.), sulla SS 48 verso Passo Falzarego.

Dislivello:  300 m. circa.

Tempi medi di percorso:  ore 4 circa.

Equipaggiamento: Racchette da neve (ciaspe), bastoncini, scarponi, zaino, abbigliamento consono alla stagione.

Cartografia:  Carta Tabacco 1:25.000  Fg. 03 – Cortina d’Ampezzo e Dolomiti Ampezzane.

ITINERARIO 

Dal parcheggio del Rifugio Bàin de Dònes (1889 m.) ci si tiene sulla sinistra degli impianti di risalita e delle piste, seguendo la traccia che si inoltra nel bosco e che poco dopo costeggia il Laghetto Bàin de Dònes (ghiacciato), dove, secondo la tradizione, le donne ampezzane venivano a bagnarsi non viste dagli uomini. Dopo circa un’ora di facile sentiero con pendenza costante nel bosco di Valonscuro, fitto di larici, abeti rossi e plurisecolari pini cembri, ci si immette verso destra nella strada forestale che attraversa il bosco di Landries, dove il larice prende gradualmente il sopravvento sulle altre specie arboree. Senza alcuna difficoltà si sale mentre la vegetazione si fa sempre più rada e si giunge alla strada principale che porta al Rifugio Cinque Torri. Poco dopo, appena svoltata una curva a destra sulla strada, si apre uno scenario incantevole che ci permette di ammirare a 360° alcune delle montagne più belle delle Dolomiti, tra cui la Tofana de Rozes, l’Antelao, il Sorapiss e, ovviamente, le Cinque Torri. Da qui, nel giro di qualche minuto, si giunge al Rifugio Cinque Torri (2137 m.). La discesa si svolge lungo il sentiero 439, che ad un certo punto svolta decisamente a sinistra, entrando nel bosco Saresin di Landries. Seguendo i segnavia, si giunge senza problemi alla statale che porta al Falzarego, nei pressi di Cian Zopè.



E' disponibile il file PDF