Sezione di Genova



Speleologica
10/11/2018



Quest’anno visiteremo la più estesa cavità della Liguria,

la Grotta degli Scogli Neri; si sviluppa su più

piani sovrapposti entro le bancate di calcare più puro

della stessa formazione delle “Dolomie di San Pietro

ai Monti” in cui si apre il Garbo de Cunche, che,

geneticamente, fa parte probabilmente dello stesso

reticolo carsico. Essa si è formata in prevalenza in

condizioni sommerse quando tutta la zona si trovava

ancora al di sotto dell’alveo del Torrente Maremola.

Ad un reticolo a forma di labirinto, caratteristico del

suo sviluppo sommerso, si è sovrapposta poi un’incisione

di tipo torrentizio tipica di un’evoluzione con

acque correnti a pelo libero. Nelle zone più profonde,

ancor oggi, si ha però per la maggior parte dell’anno

un completo allagamento delle condotte. L’accesso a

questa cavità è regolamentato. Il Comune di Giustenice,

concordemente con la Delegazione Speleologica

Ligure, ha provveduto a porre un cancello di chiusura

alla grotta, onde porre termine all’asportazione

del minerale di aragonite, caratteristica peculiare di

questo complesso sotterraneo. Per questo motivo chi

volesse partecipare deve comunicare i propri dati al

Coordinatore entro il 15 ottobre 2018.

Per ulteriori informazioni: Giorgio Seronello tel 010.8686717