Gruppo del Gross Venediger

Sabato 24 aprile 2021
Domenica 25 aprile 2021 

Tipo attività: Scialpinismo
Sezione di Verona
Responsabile: N.Salvi Bentivoglio



Programma



ATTENZIONE: GITA ANNULLATA A CAUSA DELLE RESTRIZIONI PER LA PANDEMIA.


Gruppo del Gross Venediger

Hinterbichl

 
Partenza:            Hinterer Parkplatz Ströden m 1.415 ;
Primo giorno:     rif. Rostocker m 2.208 (dis. 790 m; 2h 30 min)
Rostocker Eck m 2.749 (dis. 540 m; 2h 30 min) BSA.

Secondo giorno: Vordere Gubachspitze 3.316 m ( dis 1.200 m; 5 h) BSA;
Terzo giorno:      Westlicher Simonyspitz m 3.488 m (dis 1.280 m; 4 h) BSA;
Epoca:                aprile - maggio
Esposizione:      Est (prevalente)
Attrezzatura:       Rampant, piccozza, ramponi, cordino, 3 moschettoni, imbragatura.

Simony Spitz W: https://www.osttirol.com/it/scoprire-e-vivere/inverno/sci-alpinismo/detail/westliche-simonyspitze-3481m/
Rostocker Hutte: https://www.osttirol.com/it/scoprire-e-vivere/attrazioni/detail/infrastructure/essener-rostocker-huette-2208m-praegraten-am-grossvenediger/

Accesso:  da Verona, per autostra A22 fino a Bressanone, quindi si attraversa tutta la Val Venosta fino al confine. Si prosegue fino a Lienz (34 km; 36 min) . Da qui si gira a sinistra verso fino quasi a Matrei in Osttirol (27 km; 27 min), quindi si gira ancora a sinistra per la Virgener Landestrasse tall fino a Hinterbichl e poi fino al Hinterer Parkplatz Ströden (18 km; 22 min). Totale (km 343; 4h 30’).

Il Grossvenediger, con le sue ampie distese glaciali, è una zona particolarmente adatta a traversate con gli sci.I rifugi sono grandi ed accoglienti, si mangia discretamente e si beve birra a volontà. Qui propongo alcune vette di sicuro interesse con dislivelli accessibili, ma sempre comunque in un ambiente severo e glaciale.

1° giorno: da Stroden a q. 1400, circa 1,5 km ad ovest di Hinterbichl, saliamo al rif. Rostocker 2208 : sono 800 metri di salita, accessibile solo in condizione di neve stabile, in circa 2h 30 min.
Dal rifugio, alleggerito lo zaino, si può proseguire verso ovest contornando la vetta che sovrasta il rifugio. All’altezza del Kesseele (2.420 m) si piega a sinistra ed attraverso un evidente canalone si arriva al Rostocker Eck (2.749)

2° giorno: si ripercorre l’itinerario del giorno prima fino al Kesseele e si prosegue sempre verso ovest. Si sale sul ghiacciaio sovrastante tenendo la sinistra per giungere fino al Reggentorl (m 3.056). Quindi si scende per 100 m per contornare a destra un evidente spigolo roccioso. Quindi si riprende a salire l’ampio pendio fino all’evidente Gubashspitz (3.318 m). In doscesa approfittando dell’ampia distesa ci può scendere anche fino a quota 2.800 m per poi risalire al Reggentorl (3.056 m) e poi si scende imboccando con attenzione il canalone al centro del ghiacciaio.

3° giorno: si riprende la direzione ovest, ma questa volta verso il Simonysee, lasciandolo a sinistra e percorrendo tutto il fondovalle ci si alza tenedosi leggermente a sinistra (destra orografica) sul ghiacciaio. Superando vari salti si giunge sulla cresta finale e percorrendola con attenzione sci ai piedi si giunge in vetta 3.488 m. Discesa per la via di salita.
.

 

 
Questo sito utilizza i cookies: per continuare a navigare sul sito è necessario accettarne l'utilizzo. Per ulteriori info leggi qui.
This site uses cookies: to keep on browsing you must accept them. For more info click here (italian only).